Copenhagen

Hallernes, Torvehallerne Il Mercato. Quello che cerco sempre in ogni città che visito. Anche qui, come é moderna consuetudine, brulica di posticini dove poter mangiare cose buonissime e sfiziose. Ci siamo buttati subito sugli Smorrebrod di Hallernes. Polpetta danese su burro salato con cream cheese cipolla rossa ed erba cipollina. Roastbeef con cetriolini pickled, cipolla fritta e senape.Vi devo spiegare la libidine? Dove? Frederiksborggade 21, 1362 Copenhagen c/o Torvehallerne Benefit Se arrivate sul presto e non proprio ad ora di pranzo, la vetrina offrirà almeno almeno una ventina di Smorrebrod diversi e potrete passare anche da Hija de Sanchez per una tortilla squisita realmente fatta a mano nel Noma’s mood (la proprietaria, arriva dal Noma ed ha coadiuvato all’apertura Noma Mexico).

Brønnum Pensavate di lasciare i menù stagionali solamente ai ristoranti pettinati?Ebbene, no. Qui a Bronnum, tutto segue le stagioni. Si beve veramente bene, ed il cocktail torna ad essere il dopo cena contemplativo, da meditazione, da condivisione e chiacchiere. Qui non si beve giusto per. Qui il bere, é Hygge. Dove? August Bournonvilles Passage 1, 1055 Copenhagen Costo dai 9€, ai 18€. Gli ingredienti fanno variare il prezzo in base alla qualità e tipologia dei liquori & co. Benefit Osate, e provate gusti inaspettati. In Italia, posti del genere, non esistono.

Juno Bakery Attraversare mezza Copenhagen per un croissant croccoso, un panino al formaggio e una girella super fluffy al cardamomo? Fatto.E uff se ne vale la pena. La migliora bakery/panetteria del mondo. Me la sto menando? No, ma fossi in loro me la menerei eccome.Andate. Se siete qua andate. Se non volete camminare 35 minuti, quasi 40, prendete un taxi, ma andate…e fate la coda.Quando sarete davanti al bancone, prendete tutto. Tutto. Provate tutto. Dove? Århusgade 48, 2100 Copenhagen. Benefit Non ricordo i prezzi, non me li sono segnata. Da Juno impazzirete completamente e non ve li ricorderete.

Democratic Coffee Bar Colazione lenta, croissant croccanti alle mandorle fatti a mano. Poche produzioni, ma super home made. Cappuccini soffici, da moderna caffetteria con torrefazione. Un posticino accogliente di fianco alla biblioteca (Copenhagen Main Library), con tavoloni davanti ad un finestrone gigante.Lo studio della luce per i danesi é qualcosa di magico. Dove? Krystalgade 15, 1172 Copenhagen

Leckerbaer Pasticceria con un livello e un’estetica pazzeschi. Siamo arrivati di corsa ma non potevo non venire ad assaggiare la lemon meringue tarte. Vi consiglio quindi prima di partire, di organizzarvi bene con gli orari, perché ha giorni e orari di apertura strani. Comunque torniamo alla mia lemon tarte.Frolla leggera, burrosissima, chiara, non troppo cotta. Crema al limone che ricorda la tarte au citron francese ma con meno sapore di uovo crudo tipica di certe preparazioni di creme e lemon curd. Sopra morbida meringa caramellata col cannello.Una libidine che finora ho trovato solo qui. Dove?Ryesgade 118, 2100 Copenhagen Benefit Piccola pasticceria, che d’estate fa anche gelati nel biscotto e stecchi. Cheesecake e dolci al cucchiaio nei vasetti di vetro da asporto.

Aamanns Delivery & Take Away I ristoranti Aamannss su Copenhagen sono 3. Aamans, il ristorante vero e proprio, Aamannss 921 e il Delivery, quello un pò più abbordabile per tutte le tasche. Puoi decidere di prendere gli smorrenbrod e andare sulle rive di un canale o in un parco, oppure previa prenotazione mangiare sul posto. Ci sono offerte sia di carne che di pesce, immancabili le aringhe, che offerte vegetariane.Consigliatissimo quello di aringa e quello di tartare di manzo.Baccalà mantecato, arrosto di coppa di maiale, altre alternative. Davvero ottimo.Venire a Copenhagen senza assaggiare anche questi Smorrebrod é da pazzi.Dove? Øster Farimagsgade 10, 2100 Copenhagen. Benefit Esiste una degustazione di 3 Smorrebrod.

Told & Snaps Diciamo che il primo impatto con i prezzi di Copenhagen é stato qui.D’altra parte sapevamo a cosa andavamo incontro, per cui un buon convertitore DKK in euro, vi aiuterà.Questo é uno dei posti più cari che abbiamo provato, ma lo rifarei perché vi fa entrare sicuramente nell’ottica di che cos’é realmente il nordic food di qualità. Snaps sono i loro distillati, grappe o come desiderate chiamarle. Vengono bevute durante il pasto, noi abbiamo preferito provarle ultimando la visita.Sono riuscita a prenderne una al burro scuro.L’aringa qui é un must. Non uscite da qui, senza averla provata. Smorrebrod deliziosi e curati in maniera maniacale. Aringa al curry, aringa fritta, aringa marinata al liquore.Ed ancora, coppa di maiale con kale fritto, sogliola. Veramente tutto di qualità notevole nel cuore di Nihavn. Dove? In pieno porto Antico, Nihavn, in una piccola stradina laterale Toldbodgade 2, 1253 Copenhagen Costo? 70€ in due, (a pranzo) prendendo un menù degustazione, uno smorrebrod aggiuntivo, due medie chiare e due snaps. Non economico decisamente, ma da provare. Attenzione Qui se si prenota c’è un orario “d’uscita” da rispettare. Controllate quanto tempo avete a disposizione, di solito é un’ora.

The Olive Kitchen & Bar Qui si respira Hygge appena varcata la porta d’ingresso. Luci soffuse. Candele all’ingresso. Tavolini di legno molto distanti l’uno dall’altro per mantenere intimità.Candele immancabili sui tavoli,sul banco della cucina e persino in bagno. La cucina é moderna ed innovativa, un menù con poche portate e piatti (adoro) ma ognuno in grado di lasciare a bocca aperta. Costine arrosto con vari pepi come entrée, merluzzo cotto a bassa temperatura con asparagi croccanti e mousse di cavolfiore, e poi l’anatra confit. Su questo piatto una menzione speciale, l’anatra é meravigliosamente burrosa, si scioglie in bocca e l’impanatura di panko é leggera ed asciutta. Penso che si tratti di una cucina di alta qualità non pretenziosa e molto umile, ma a differenza di molti ristoranti italiani, anche il minimo particolare é curato nei dettagli ricercando la perfezione. Dove? Nørregade 22, 1165 Copenhagen. Benefit Scoprire l’hygge danese a tavola.

Høst Cena Me ra vi glio sa.Avete presente il nordic food scandinavo? Avete presente il Noma, il Geranium. Instillate nella coscienza quel modo di fare “cibo” e riportatevi coi piedi per terra, almeno per il prezzo. Host offre un’esperienza sensoriale meravigliosa. 3 portate e poi 3 piccoli omaggi dello chef, a sorpresa.Più che una cena, davvero si può poi vivere per raccontarla.Citato nella guida Michelin, come bistrot di cibo scandivano, racchiude in sé in realtà, molto altro.Dove? Nørre Farimagsgade 41, 1364 Copenhagen. Benefit Il nordic food alla portata di tutti o quasi. Se la vostra cultura del cibo non si ferma alla pasta al ragù, ma amate gli esperimenti e gli accostamenti di colore e sapore insoliti, siete nel posto giusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.